APS italiano nella Legge di Bilancio 2019: Bene l’aumento, ma attenzione alle destinazioni

COMUNICATO STAMPA

Roma, 11 ottobre 2018 – In vista della imminente discussione della Legge di Bilancio 2019, il Coordinamento Italiano NGO Internazionali (CINI) e l’Associazione delle organizzazioni italiane di cooperazione e solidarietà internazionale (AOI) – insieme a Concord Italia, Friends of the Global Fund Europe, GCAP Italia, Osservatorio Aids Diritti Salute – accolgono con favore l’indicazione di un trend positivo di crescita dei fondi destinati all’Aiuto Pubblico allo Sviluppo contenuta nella Nota di Aggiornamento del Documento di Economia e Finanza (DEF) 2018, ma ritengono che sia ora fondamentale garantire un suo impiego efficace e coerente con i fini a cui è destinato, evitando di impiegarlo a sostegno di politiche migratorie restrittive.

Continua…

La Riforma del Terzo Settore: orientarsi nella nuova normativa

Con l’approvazione della Legge n.106 del 2016 e l’emanazione del  Decreto legislativo n. 117 del 3 luglio 2017 sul Codice del Terzo settore il Legislatore ha provveduto ad un riordino e revisione organica della disciplina vigente in materia di Enti del Terzo settore.
 Il CINI ha organizzato lo scorso 5 luglio un seminario di approfondimento con lo scopo di fare il punto sulla Riforma a partire da questioni concrete come l’iscrizione al Registro Unico nazionale del Terzo Settore, le Linee guida per la redazione del Bilancio sociale, le Linee guida sulla valutazione di impatto sociale dell’attività svolta dagli Enti del Terzo Settore ed infine le implicazioni e l’impatto della riforma sulle ONG di cooperazione. Hanno contribuito ai lavori Luca De Fraia e Monica Poletto, entrambi membri del Consiglio Nazionale del TS.
Sono ora disponibili le Slides dell’intervento di Monica Poletto, Presidente CDO Opere Sociali.

Giusto andare oltre il sistema Dublino, ma serve un cambio di paradigma

Con una lettera aperta il Coordinamento Italiano ONG Internazionali (CINI) e l’ Associazione delle organizzazioni italiane di cooperazione e solidarietà internazionale (AOI) hanno scritto al Premier in merito alla proposta italiana per il prossimo Consiglio Europeo. Tra le criticità il coinvolgimento dei Paesi di transito, l’uso di fondi per lo sviluppo e il sostegno alla Guardia Costiera Libica.

Continua…

I contrasti sul tema migrazione non devono essere risolti mettendo a rischio le vite delle persone

Comunicato congiunto di ONG Italiane e Maltesi sulla attuale situazione relativa ai soccorsi in mare.
Pur accogliendo con soddisfazione i recenti sviluppi in relazione all’avvenuto sbarco delle persone a bordo della nave cargo Alexander Maersk e la notizia dell’attuale coordinamento tra i governi italiano, maltese, francese e spagnolo, chiediamo che tutte le parti coinvolte permettano lo sbarco immediato delle oltre 230 persone soccorse in mare, tra cui bambini, minori non accompagnati e altri individui vulnerabili, che si trovano a bordo della nave da soccorso Lifeline.

Continua…

AICS, le ONG seguono con attenzione la selezione in atto per la nomina del nuovo Direttore

Roma, 13 giugno 2018 – Come rappresentanze delle organizzazioni di cooperazione e solidarietà internazionali, AOI e CINI, ci siamo espresse e fortemente impegnate per l’attuazione della legge 125/2014 di riforma del sistema della Cooperazione Internazionale in Italia, in un’ottica di maggiore partecipazione di tutti gli attori pubblici e privati e di efficacia della politica, delle azioni e dei programmi per la lotta alle povertà, l’affermazione di diritti e della pace, la sostenibilità dello sviluppo in dimensione globale.

Continua…

CINI: Solidarietà alla deriva con l’annuncio della chiusura dei porti italiani all’Aquarius

Il CINI, Coordinamento Italiano NGOs Internazionali, esprime forte preoccupazione per la decisione annunciata ieri dal Ministro degli Interni Salvini di chiudere i porti italiani alla nave Aquarius, in navigazione con 629 naufraghi provenienti dal Nordafrica, tra cui 123 minori non accompagnati e 7 donne incinte. Chiede a tutti i soggetti politici italiani di prendere una posizione forte in proposito, che metta al centro i principi di umanità e di solidarietà e che richiami il Governo – e in particolare il Ministro delle Infrastrutture Toninelli, responsabile ultimo della decisione sulla chiusura dei porti – agli obblighi inderogabili che l’Italia ha assunto in materia di rispetto dei diritti umani.

Continua…

Civil Society Open Letter to United Nations Member States

CINI with other 300 signatories have supported civil society’s Open Letter to UN Member States on the Global Compact for Safe, Orderly and Regular Migration. As we enter the fourth round of negotiations on the Global Compact for Safe, Orderly and Regular Migration (GCM), members of civil society, including migrants themselves, want to make sure that the text of the Compact respects the spirit of the New York Declaration and really helps protect the dignity of all migrants. They see a real possibility that migrants in vulnerable situations might fall through gaps in protection currently proposed by the Compact. To avoid this, members of civil society are making a strong collective call to all governments in this Open Letter.

Continua…

WELCOMING EUROPE. Per un’Europa che accoglie

Il CINI sostiene l’ Iniziativa dei cittadini europei (ICE) aderendo al comitato promotore italiano.
Decriminalizzare la solidarietà, creare passaggi sicuri per i rifugiati, proteggere le vittime di abusi. Sono i tre obiettivi dell‘Iniziativa dei cittadini europei (ICE) “Welcoming Europe. Per un’Europa che accoglie” presentata il 19 aprile scorso a Roma e a Bardonecchia dai promotori. Di fronte ai fallimenti e alle enormi difficoltà dei governi nazionali nella gestione dei flussi migratori, con questa iniziativa i cittadini europei chiedono alla Commissione europea di agire, rivedendo la normativa, perché credono in un’Europa che accoglie e tutela i diritti umani.

Continua…