La Campagna Globale per l’Educazione chiede al Governo italiano un investimento di 15 Milioni di euro per l’educazione in emergenza

Roma, 29 novembre 2022 – Il CINI sostiene e rilancia il Comunicato stampa della Campagna Globale per l’Educazione in Italia:

84% di bambini, bambine e adolescenti che non frequentano la scuola oggi vive in 10 Paesi in condizioni di crisi protratta: Afghanistan, Repubblica Democratica del Congo, Etiopia, Mali, Nigeria, Pakistan, Somalia, Sud Sudan, Sudan e Yemen.

ARCS, Children in Crisis, CBM Italia, CIFA Onlus, Cisl Scuola, ICEI, Magis, Mais Ong, Mani Tese, Oxfam Italia, Plan International, PRO.DO.C.S., RE.TE.Ong, Save the Children Italia, Sightsavers International Italia, VIS e WeWorld sono unite per proteggere e promuovere il diritto all’educazione come priorità in contesti di emergenza e crisi protratte. Continua…

Portavoce CINI: sia consentito lo sbarco di tutte le persone soccorse in mare

Il CINI sostiene e rilancia l’appello delle organizzazioni della società civile affinchè siano fatte sbarcare tutte le persone soccorse nel Mediterraneo centrale.

Testo integrale dell’appello: Alcuni dei sopravvissuti sono stati imbarcati più di 17 giorni fa e hanno bisogno di raggiungere la terraferma per poter accedere a sicurezza, cure mediche e protezione.

Geo Barents, Humanity 1 e Ocean Viking hanno condotto le loro prime operazioni di salvataggio rispettivamente 12, 16 e 17 giorni fa e hanno tenuto i centri di coordinamento dei soccorsi responsabili debitamente informati su tutte le fasi di soccorrimento in ogni momento; tra cui la segnalazione di pericolo, la valutazione del pericolo, il salvataggio stesso e tutte le fasi di richiesta di un luogo sicuro per i sopravvissuti.

Continua…

Lettera aperta del CINI al neo Ministro Antonio Tajani

Stimato Ministro,

con questa lettera aperta vorremmo richiamare la Sua attenzione su alcune priorità per il nostro Paese che dovrebbero ben figurare nell’agenda del Governo. Questa legislatura avrà, infatti, come Lei ha ben presente, il compito di affrontare sfide che mai il Parlamento e il Governo si sono trovati a fronteggiare in modo così cogente e drammatico: le pandemie, i confitti anche nel cuore stesso dell’Europa, la crisi climatica, la crisi energetica e quella economica, l’aumento delle disuguaglianze in Italia e nel mondo. Si tratta di questioni globali che mettono a rischio la nostra vita e quella delle generazioni future e che esigono risposte strutturali all’altezza della gravità della situazione.

Continua…