La Riforma del Terzo Settore: orientarsi nella nuova normativa

Con l’approvazione della Legge n.106 del 2016 e l’emanazione del  Decreto legislativo n. 117 del 3 luglio 2017 sul Codice del Terzo settore il Legislatore ha provveduto ad un riordino e revisione organica della disciplina vigente in materia di Enti del Terzo settore.
 Il CINI ha organizzato lo scorso 5 luglio un seminario di approfondimento con lo scopo di fare il punto sulla Riforma a partire da questioni concrete come l’iscrizione al Registro Unico nazionale del Terzo Settore, le Linee guida per la redazione del Bilancio sociale, le Linee guida sulla valutazione di impatto sociale dell’attività svolta dagli Enti del Terzo Settore ed infine le implicazioni e l’impatto della riforma sulle ONG di cooperazione. Hanno contribuito ai lavori Luca De Fraia e Monica Poletto, entrambi membri del Consiglio Nazionale del TS.
Sono ora disponibili le Slides dell’intervento di Monica Poletto, Presidente CDO Opere Sociali.

WELCOMING EUROPE. Per un’Europa che accoglie

Il CINI sostiene l’ Iniziativa dei cittadini europei (ICE) aderendo al comitato promotore italiano.
Decriminalizzare la solidarietà, creare passaggi sicuri per i rifugiati, proteggere le vittime di abusi. Sono i tre obiettivi dell‘Iniziativa dei cittadini europei (ICE) “Welcoming Europe. Per un’Europa che accoglie” presentata il 19 aprile scorso a Roma e a Bardonecchia dai promotori. Di fronte ai fallimenti e alle enormi difficoltà dei governi nazionali nella gestione dei flussi migratori, con questa iniziativa i cittadini europei chiedono alla Commissione europea di agire, rivedendo la normativa, perché credono in un’Europa che accoglie e tutela i diritti umani.

Continua…

Terminata la Conferenza nazionale della cooperazione allo sviluppo. Le ONG del CINI esprimono soddisfazione ma sono ancora molte le sfide da affrontare insieme.

Roma, 25 Gennaio 2018 – In chiusura della prima Conferenza Nazionale della Cooperazione allo Sviluppo, le organizzazioni del CINI esprimono la propria soddisfazione per il proficuo svolgimento della due giorni di confronto con il sistema della Cooperazione internazionale. Il CINI continuerà a farsi parte attiva di una piena applicazione della nuova legge di cooperazione, sostenendo in particolare i previsti meccanismi permanenti di proposta e consultazione con i diversi soggetti di cooperazione, a partire dal Consiglio nazionale; chiedendo inoltre che l’Agenzia sia presto dotata di tutti i mezzi, umani e materiali, previsti per poter funzionare a pieno.

Continua…

Che fine fanno i finanziamenti europei ed italiani per fermare le migrazioni?

Presentano il Rapporto “Partenariato o condizionalità dell’aiuto?”

Giovedì 23 novembre, dalle 9.30 alle 13.00, presso l’Hotel Nazionale in Piazza Montecitorio, 125 a Roma, si terrà la presentazione del rapporto “Partenariato o condizionalità dell’aiuto?”, un documento di monitoraggio sul Fondo Fiduciario dell’Unione Europea di Emergenza per l’Africa (EUTF).

L’evento è promosso dal CINI e CONCORD Italia, in collaborazione con AMREF e FOCSIV, alla vigilia del quinto vertice Europa – Unione Africana, che si terrà ad Abdijan il 29 e 30 novembre, e a seguito delle tragedie che si susseguono in mare e nei centri di detenzione in Libia.

Continua…

La sicurezza è una cosa seria

sicurezzaRoma, 9 settembre 2015: La sicurezza degli Operatori impegnati nella cooperazione allo sviluppo, nelle emergenze umanitarie, nella solidarietà internazionale. Conferenza promossa dalle reti di ONG AOI-CINI-LINK2007 con L’UNITA’ DI CRISI e LA DG COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO. Si svolgerà presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, dalle ore 10 alle ore 12,45 (inizio registrazioni ore 9). Interverranno i Ministri Paolo Gentiloni, Giampaolo Cantini, Claudio Taffuri, Michele Valensise e i rappresentanti delle reti AOI, CINI e LINK2007. La Conferenza è pubblica. Con l’occasione verrà presentata anche la nuova versione digitale del “Manuale Sanitario” a cura di SISCOS.

Scheda Registrazione

Programma

Audizione sulla Cooperazione allo Sviluppo

Martedì, 16 maggio la Commissione Esteri della Camera dei Deputati ha svolto l’audizione informale di rappresentanti di associazioni di coordinamento di organizzazioni non governative operanti nel settore della cooperazione allo sviluppo, AOI, CINI e LINK2007 nell’ambito dell’esame dello schema di decreto ministeriale concernente “Statuto dell’Agenzia italiana per la Cooperazione allo sviluppo”.

4 GIUGNO, ROMA: COMUNICARE L’ADVOCACY IN ITALIA

Presentazione della prima ricerca sull’opinione
degli italiani rispetto alle cause sociali

Roma, 1 giugno 2015 – CBM Italia Onlus, in collaborazione con il CINI – Coordinamento Italiano Network Internazionali, presenta giovedì 4 giugno alle ore 10 presso la Farnesina (sala Aldo Moro), i risultati della prima ricerca quali-quantitativa condotta in Italia nel campo dell’advocacy dal titolo “Comunicare l’advocacy in Italia”.

In Italia sempre più spesso le ONG e gli enti del Terzo Settore utilizzano un approccio ampiamento diffuso all’estero – quello appunto dell’advocacy – per informare e sensibilizzare l’opinione pubblica e renderla così partecipe nei confronti della propria causa attraverso una serie di azioni concrete (cambiamento dei propri comportamenti, volontariato, diffusione di idee, pressione sui rappresentanti politici).

Continua…

ONG E IMPRESE: UN DIALOGO POSSIBILE PER GLI OBIETTIVI POST 2015

Convegno ONG e Imprese

Il 30 settembre si è tenuto a Trento presso il Palazzo della Provincia l’evento “ONG e imprese: un dialogo possibile per gli obiettivi post 2015” organizzato dall’Alleanza delle Cooperative italiane in collaborazione con la Direzione Generale della cooperazione allo sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e la Provincia Autonoma di Trento ed in partnership con le reti di ONG – CINI, AOI e LINK2007,  all’interno del ciclo di incontri promossi dalla Presidenza Italiana del Consiglio dell’Unione Europea. All’evento hanno partecipato rappresentati istituzionali specializzati, della società civile e del sistema imprenditoriale italiano ed europeo.

In rappresentanza delle ONG è intervenuta Maria Egizia Petroccione, Portavoce del CINI, la quale ha sottolineato come “la partecipazione del settore privato profit alla Cooperazione deve essere coerente con i principi ispiratori e le finalità della Cooperazione quindi contribuire a ridurre la povertà e le ineguaglianze, promuovere e rispettare i diritti umani, lo sviluppo sostenibile, la giustizia economica e sociale. Per questo occorre definire a livello internazionale, europeo e italiano, dei criteri chiari e vincolanti, con degli indicatori altrettanto chiari, che consentano di misurare l’impatto reale degli interventi rispetto alla riduzione della povertà, il rispetto dei principi di efficacia dello sviluppo e il rispetto dei diritti umani.”   Leggi l’intervento integrale  ONG e IMPRESE Trento 30 Sett 2014

Concept Note Trento 30 sett 2014

La riforma della legge sulla Cooperazione internazionale allo sviluppo. A confronto con la cooperazione europea e le priorità 2104-2020

Roma, 22 luglio 2014 – Promuovere un approfondimento a livello europeo del disegno di legge (Ddl) di riforma sulla cooperazione internazionale allo sviluppo dell’Italia, in fase di approvazione definitiva al Senato, per coinvolgere attivamente i diversi attori del mondo della cooperazione. Con questo obiettivo il 22 luglio la Camera dei Deputati ha ospitato il seminario ”La riforma della legge sulla Cooperazione internazionale allo sviluppo. A confronto con la cooperazione europea e le priorità 2014-2020”, promosso dalle Reti di Ong di cooperazione internazionale AOI, CINI e LINK 2007, in collaborazione con l’Intergruppo Cooperazione allo sviluppo della Camera dei Deputati.

All’incontro hanno partecipato il responsabile della Direzione Crescita sostenibile e sviluppo di EuropeAid (Commissione europea), Roberto Ridolfi, la parlamentare Lia Quartapelle Procopio, relatrice del Ddl sulla riforma della cooperazione allo sviluppo alla Camera, Nino Sergi, in rappresentanza delle Reti di Ong, il Direttore generale della Cooperazione italiana allo sviluppo, Giampaolo Cantini e i capigruppo della commissione Esteri della Camera dei deputati, oltre ai rappresentanti di regioni, autonomie locali, università, Ong, Forum Terzo Settore, cooperative, entità profit e istituzioni legate al mondo della cooperazione.

Ascolta l’audio integrale del Seminario:

PRESENTAZIONE RAPPORTO OCSE-DAC SULL’AIUTO ALLO SVILUPPO ITALIANO

ocseSecondo un nuovo rapporto dell’OCSE, l’Italia ha aumentato i contributi e innalzato il livello dei futuri obiettivi di aiuto allo sviluppo, facendo registrare un’inversione della tendenza al ribasso negli stanziamenti a favore della cooperazione allo sviluppo. Il Paese deve ora adottare misure che consentano di attuare le raccomandazioni volte a migliorare la propria gestione dei programmi di aiuti.
Sono questi i risultati della “Peer Review” condotta dal Comitato di Aiuto allo Sviluppo dell’OCSE (Development Assistance Committee – DAC) che in Italia verranno presentati a ROMA IL 5 MAGGIO alle ore 15.00 presso l’aula dei Gruppi Parlamentari alla Camera dei Deputati in Via Campo Marzio, 74.

Saranno presenti all’incontro:
Marina Sereni, vicepresidente della Camera dei Deputati;
Lapo Pistelli, viceministro agli Affari Esteri;
Erik Solheim, presidente dell’OCSE-DAC.

Per parteciapre alla presentazione del rapporto è possibile inviare una conferma di presenza all’indirizzo mail dgcs8@esteri.it

Per approfondimenti: http://www.oecd.org/dac/peer-reviews/italy.htm